itterdown.ru

Infezione da e. Coli nei gatti

Infezione da E. coli nei gatti

Colibacilosi in gatti

L`Escherichia coli, comunemente noto come E. coli, è un batterio che risiede normalmente nell`intestino inferiore della maggior parte dei mammiferi a sangue caldo, compresi i gatti. Normalmente, la presenza di E. coli è benigna e persino benefica, ma in alcuni casi può causare una condizione chiamata colibacillosi.

L`infezione da E. coli è più frequente nei gattini nelle prime settimane di vita. Il primo giorno dopo la nascita, le regine producono un latte acquoso ricco di anticorpi. Questo latte, chiamato colostro, svolge un ruolo chiave nella protezione del sistema immunitario sottosviluppato di un gattino appena nato contro varie infezioni, poiché copre il tratto intestinale e protegge il gattino dalla maggior parte delle infezioni. In assenza di questi anticorpi, i gattini sono più vulnerabili a un numero di infezioni, compresa l`infezione da E. coli.

Se la regina incinta è infettata da E. coli, il batterio può anche invadere il sangue di un gattino mentre è ancora nell`utero, durante la nascita, oppure il gattino può acquisire l`infezione dall`alimentazione delle ghiandole mammarie infiammate. sua madre

La colibacillosi porta spesso a una condizione chiamata setticemia o avvelenamento del sangue, il che significa che esiste una pericolosamente alta presenza di batteri nel sangue. Sebbene si tratti principalmente di una malattia di giovani gatti, può colpire anche i gatti più grandi, sebbene di solito non altrettanto gravemente.

Sintomi e tipi:

La colibacillosi è di natura improvvisa (acuta) e può causare i seguenti sintomi nel gattino interessato:

.depressione
.disidratazione
.Mancanza di appetito
.vomitare
.Battito cardiaco veloce
.debolezza
torpore
.Diarrea acquosa
.Pelle fredda a causa della bassa temperatura corporea
.Membrane mucose di colore bluastro (cioè gengive, narici, labbra, orecchie, ano) a causa della mancanza di ossigeno nei globuli rossi

cause:

La colibacilosi è infine dovuta a un`infezione da E. coli. Tuttavia, i fattori di rischio per questo tipo di infezione includono cattiva salute e stato nutrizionale della regina incinta, mancanza di colostro (primo latte) per il gattino, ambiente di consegna impuro, lavoro difficile o prolungato, strutture sovraffollate, infezione / malattia concomitante, infiammazione delle ghiandole mammarie nella regina dell`infermeria e posizionamento del catetere endovenoso.

diagnosi

A causa dell`inizio acuto di questa malattia, nelle analisi del sangue si osservano poche anomalie. Per vedere se E. coli, o qualsiasi altro agente infettivo è presente nel sangue del gatto, il veterinario prenderà sangue, urina e, se possibile, campioni di feci per coltura.

trattamento:

Poiché la colibacillosi è una condizione acuta, i gattini più colpiti dovrebbero essere ricoverati in ospedale per il trattamento di emergenza. È necessaria una buona assistenza infermieristica, con fluidi bilanciati somministrati per iniezione per ripristinare i fluidi corporei. Per trattare la diarrea, una soluzione di glucosio verrà somministrata per via orale. Gli antibiotici possono essere prescritti inizialmente in base ai sintomi osservati e possono essere modificati, se necessario, in base ai risultati della coltura batterica e dei test di sensibilità di E. coli.

Sfortunatamente, a causa del sistema immunitario sottosviluppato di un gattino appena nato, il trattamento spesso non ha esito positivo e il neonato può soccombere rapidamente alla morte. Pertanto, un trattamento rapido e una terapia di supporto sono essenziali per salvare la vita del gattino.

Vivi e gestisci:

Durante il periodo di recupero, devono essere fornite attività limitata, resto della gabbia, monitoraggio e calore. Per mantenere un adeguato livello nutrizionale, puoi raccomandare l`alimentazione in bottiglia o i nutrienti per via endovenosa. Questo è necessario se le ghiandole mammarie o il sangue della madre sono infetti. Altrimenti, è preferibile che i gattini bevano il loro latte materno per beneficiare del latte ricco di anticorpi.

Durante il periodo di recupero, il veterinario preleverà campioni di sangue per eseguire test della coltura ematica batterica per determinare lo stato dell`infezione. L`assistenza domiciliare comporterà il monitoraggio della temperatura corporea del vostro gattino e l`osservazione di eventuali cambiamenti nella salute, in modo da poter contattare immediatamente il veterinario. Una volta che il tuo gattino si è stabilizzato ed è fuori pericolo, un ulteriore trattamento dipenderà da come procede il cucciolo.

prevenzione:

Per prevenire l`infezione da E. coli, assicurarsi che il bambino, la regina in gravidanza o in allattamento goda di buona salute e stato nutrizionale. L`atmosfera di consegna dovrebbe essere mantenuto pulito e disinfettato, ei letti deve essere sostituita frequentemente dopo il parto (i fogli che sono stati utilizzati per la consegna devono essere smaltiti in modo igienico, poiché nella maggior parte degli stati sono considerati rifiuti pericolosi) .

La protezione più importante per prevenire l`infezione da E. coli nei gattini è quella di consentire il pieno accesso al colostro della madre (il primo latte dopo la nascita). Inoltre, dovresti sempre lavarti le mani e cambiare gli indumenti e le scarpe prima di occuparti dei cuccioli appena nati, in ossequio al tuo sistema immunitario in via di sviluppo. Questa è una regola generale, ma è particolarmente importante dopo aver maneggiato altri gatti o animali.

Condividi su reti sociali:

Simile